maggio 20, 2012

Poteri dimenticati, poteri desiderati - PNG parte 1


Oggi finalmente parlo di qualche personaggio che popola il mondo di Doramarth.
Nannulf dopo l'avventura a Collefaccia.
Nella fattispecie mi addentro a parlare di un personaggio non giocante nell'avventura che sto facendo nel Golar Mag come playtesting del regolamento/ambientazione.
Il PNG mi piace molto, è diventato divertente da utilizzare e in qualche modo profondo.
Ecco a voi: Nannulf!


Nannulf, nano delle montagne, ladro.

Nato a Narano, nel Golar Mag, Nannulf ha sempre vissuto nei bassifondi della città.
Conosciuto anche come Borsello, Ridacchio o semplicemente nano.
Scontroso e burbero è una persona fedele ed egli si vanta sempre di “non aver mai tradito nessuno”.
A suo modo è onesto, rispetta sempre i contratti siglati e difficilmente desidera trovarsi in qualche conflitto.
Abile scassinatore sin da piccolo, scomparì nel nulla a seguito di una taglia sulla sua testa a causa di un incidente nei magazzini della farina del mugnaio. Oggi quasi nessuno ricorda quell'evento e la taglia sulla sua testa sembra essere stata dimenticata.
In città ha imparato ad utilizzare la spada corta e i pugnali, facili da nascondere e ha scoperto che è più bravo a scassinare che ad utilizzare una balestra.
A Narano conosce molte persone, di certo nessuna di alto lignaggio o importanti nella società ma sono tutti contatti che gli permettono di poter vivere al sicuro dalle guardie o dai cacciatori di taglia.
Decisamente fortunato, in passato Nannulf si è ritrovato più di una volta alle strette con la legge ma in qualche modo è sempre riuscito ad evadere dalla cella in cui veniva imprigionato.

Da qualche tempo è al servizio di Elge, una donna che lo ha assunto per alcuni furti e come scorta per un'avventura ad un sito archeologico a sud di Narano noto come Collefaccia. Lì, al ritorno dal sito, ferito a causa di un attacco di goblin banditi è stato colpito da dei briganti che vedendo le sue condizioni non hanno pensato di finirlo come si deve ma ha perso l'uso di un occhio.
"Non è un problema, tanto per le serrature serve solo un occhio!"

0 commenti: