luglio 18, 2011

Hanno parlato di Doramarth

alve a tutti!
Oggi ho notato che su fantasy magazine hanno parlato di Doramarth (questo è l'articolo)

Cosa dire?
Personalmente mi trova d'accordo, forse un peletto impietoso ma le critiche son giuste. Il lavoro è effettivamente stato creato da solo, giusto qualche collaborazione sporadica e playtesting tramite amici, e mi ha fatto piacere leggere alla fin fine una nota positiva.


Sicuramente la mole dei dati di Doramarth inizia ad essere un problema che diventa sempre più grande.
Purtroppo la mancanza di commenti sul blog non aiuta ad accellerare il processo di sviluppo e modifica del setting in quanto diventa sempre più complesso rivedere tutto e aggiustare gli errori. Nel prossimo futuro (settembre?) spero di poter tornare nuovamente a pubblicare con rigorosa regolarità.
Spero inoltre di rendere Doramarth non solo un prodotto per appassionati ma qualcosa di appetibile per il mercato, per gli inesperti e per i Nerd con la N più grande possibile ma so che sarà qualcosa di lento....
La ricerca di collaboratori può essere scoraggiante


La ricerca di collaboratori inoltre non è cosa facile, spesso bisogna conoscerli "saggiarli" direi, ma sopratutto serve costanza e dedizione (anche perchè allo stato attuale si fa tutto solo per passione).


In ogni caso ringrazio di cuore Bruno Bacelli che si è dimostrato un bravissimo recensore e mi auguro un domani di avere una sua ancor migliore recensione su Doramarth!
Ma voi che cosa ne pensate?
Categories:

2 commenti:

jure ha detto...

Penso che Dor-A-Marth sia un progetto di tutto rispetto. Un'ambientazione gratuita induce i nuovi giocatori ad addentrarsi nel fantastico mondo del GDR, e la qualità dei materiali la rende appetibile anche ai giocatori esperti. Per quanto riguarda il sito, andrebbero forse aggiunte le pagine "guestbook" e "contatti", e un bel banner sulla colonna sinistra che porti all'indice. O, in alternativa al banner, nel menu in alto spostare "indice" a destra di "home"

jure ha detto...

In generale, fonderei i due menu superiori in uno unico