maggio 20, 2011

Il Grifone



ggi approfitto di un pò di voglia e di tempo "libero" per iniziare a parlare anche dei mostri. Mi sembra giusto iniziare con una delle creature che adoro di più: Il grifonte.
Ogni descrizione porterà un testo di qualche studioso e poi vi saranno alcune generalità sulla bestia in questione. 


“…è un quadrupede come il leone, munito di artigli particolarmente robusti e simili anche questi a quelli dei leoni. E’ opinione comune che sia alato e che le penne del dorso siano di colore nero, quelle della parte anteriore del corpo rosse; al contrario le sue ali sono bianche…il becco è come quello delle aquile e la testa è come quella che viene raffigurata dai pittori e dagli scultori...."
Baldassar – Studioso Imperiale
Un grifone in un momento di riposo.
Questo animale, tanto raro quanto bello si pensi viva sui picchi isolati delle montagne. Vi son molte storie riguardo queste creature come il grifone custode del tesoro del primo nano del Mid O Ber o quella di Teosilda che fu rapita da un grifone e il quinto re del Loner la salvò. Per tale motivo uno dei motivi più ricorrenti nel Loner è la raffigurazione del grifone.
Dal carattere irascibile e scontroso i grifoni vivono per lo più in solitudine. Ogni grifone vive all'incirca 80 anni anche se alcuni villaggi parlano di un grifone particolarmente longevo intorno Namira.

Di certo si sa che sono i maschi che accudiscono l'uovo che si schiuderà entro sei mesi e che le mamme rimarranno solo per un anno con il cucciolo mentre il padre una volta nato il cucciolo se ne andrà. Molti dicono che egli non muoia mai, altri che deponga solo un uovo in tutta la sua vita e chi invece pensa che non esistono più. Ogni teoria è accetta, miei signori, ma alcune tribu delle Pianure nomadi, non si sa il perchè, in molti passi montani si coprono la testa con arbusti e rovi.
Categories:

0 commenti: