maggio 15, 2010

All'avventura!

Dopo diverse settimane di imprevisti, finalmente ho completato la prima parte dell'avventura.
Nata come demo per capire come era il gioco i miei pg l'han fatta diventare una One Shot.
Ma che avventura è?

 Presto detto.
Antoniette, apprendista fabbro(o meglio apprendista calderaio), è una giovane ragazza che da tempo lavora con Gerome a Granoroccia. Da anni ormai lo aiuta e manca poco per finir l'apprendistato ed avere finalmente il titolo di fabbro.
Nina, contadina di Ulivio, una piccola Masseria che da qualche giorno è in uno strano clima. Il suo propietario, un certo messer Antons, ha imposto una guardia alla entrata della Massae da quando, qualche giorno prima, ha ricevuto una lettera.

Questo è così l'inizio, l'incipit almeno.
Ma come si son unite le strade!?
Messer Antons, un vecchio rompiscatole, per meglio proteggersi ha chiesto a Gerome  di costruire un cancello, pagandolo con una ingente somma.

La storia si svolge nel mese di Bealtaine, verso la metà del mese in piena Vesta(primavera).


Vesta - Giorno 13 di Bealtaine.

Pomeriggio, verso sera. La strada è sconnessa e piena di ciottoli bianchi ma si vede che è ben studiato tagliando i campi in maniera precisa. Da un lato sterminate coltivazioni di grano intervallati da terribili aste con sopra cenci e stracci per spaventare corvi e passari e dall'altro centinaia di alberi di ulivi.
Non avete ben chiaro dove vi trovate, un po più in giù dalla grande città direbbero tanti e in fondo si sa che il mondo è così vasto che servirebbero almeno trenta vite per conoscerlo tutto ma probabilmente questo è uno dei posti più belli da vedere. Nel Loner, un reame fatto di tanto lavoro e che vive in pace.
Ma il carro continua il suo viaggio tra una buca ed un'altra.
Tra le diverse massae che conoscete tu e il tuo capo Gerome, quella che dovete andare a riparare si trova in un posto abbastanza lontano o almeno abbastanza lontano dai vostri giri. Ma non è mai male quando quel che ti chiedono è il lavoro più remunerativo dell'anno. Meglio così, forse riuscirai a finir l'apprendistato proprio con la costruzione del cancello.
Il padrone di questo cortile, un certo Messer Antons vi ha cercato giorni addietro, tre per essere precisi mandandovi un ragazzino su un asino a chiedere di voi.
Messer Gerome da quel giorno non era altro che un enorme sorriso. Tanti soldi non è come essere ricchi?
La Massae è chiamata dalla popolazione che ci abita Ulivio dal grande ulivo che sorge al centro del cortile. Questa Massae è piccola, avrà al massimo una decina di braccianti e la struttura ha una cinta di mura piccola, mal tenuta e bassa con solo una guardiola all'entrata. Arrivando vi accoglie subito il fumo del camino della sala in cui si mangia e qualche bambino gioca con una lucertola al cappio.
Nel cortile vedete un vecchio che sta dicendo ad una piccola folla:
"In una lontana terra c'erano degli antichi cavalieri. Questi erano guidati da un valoroso re e insieme dovevano difendere un'antico luogo: Il posto di vedetta..." ma il padrone della Massae "Ulivio" si ferma e alza la testa.
Il vecchio uomo si alza e si appoggia al suo bastone scuro e vi viene ad accogliere.
"Buonasera, spero abbiate fatto buon viaggio. Datemi modo di portarvi ai vostri giacigli".
I vostri giacigli son nella sala comune del pranzo, scomodi ma al caldo...
E così il vecchio si congeda con il passo stanco ma risoluto.

Così adesso il fabbro e Antoniette si trovano ad Ulivio.
Cosa accadrà?
Nella notte i nuovi arrivati saranno accolti ad una tavolata insieme. Qui avranno modo di conoscere Nina, il secondo pg, e le voci intorno a Ulivio...


Voci che girano intorno ad Ulivio:
1- Ulivio è sorta circa 30 anni fa.
2- Il padrone è cocciuto, non gli interessa migliorare la Massae e far più soldi con il commercio.
3- Un cavaliere del nord è venuto 5 giorni fa a parlare con Messer Antons e poi se ne è andato senza dormire neanche un pò.
4- molto a sud c'è un fiume pieno di acqua e lì si fan gran mangiate di pesce
5- Tutto ciò che si trova in un campo di grano diventa di chi lo trova
6- fra tre giorni arriverà il Gabelliere!
7- Il mercato fra tre giorni a Granoroccia è un buon modo per ricominciare a lavorare!
8- Il cavaliere dell'altro giorno era proprio bello!



Giorno 14 di Bealtaine

Alba. La sveglia viene data dal solito gallo ma subito quacosa disturba Ulivio. La porta del padrone è aperta. Nessuno sino ad allora era mai entrato nella stanza. La stanza è piccola e semplice, militare.
Una scrivania con diversi appunti, numeri e contabilità; un letto, soffice e comodo con una coperta di cotone imbottito, un baule e un'armatura da cavaliere del nord.
All'interno della stanza Antons giace senza vita. La stanza è distrutta, vi è parte dell'armatura da cavaliere del nord sul suolo, la spada giace a terra e Antons al suo fianco.
Son spariti i soldi e qualche gioiello.
Che cosa fare ora?!?!
Il panico si diffonde nella Massae.
Alcuni corrono a casa e fan fagotto per andare via, altri piangono e si disperano. Gerome sa che ha perso il lavoro e un sacco di soldi, come fare?!
Da qui in poi succederà realmente di tutto. Gerome vuole i soldi del lavoro richiesto, i braccianti non san cosa fare e da qui può partire tutta la trama...


chi volesse leggere il seguito eccovi il link.

Categories: ,

0 commenti: