febbraio 24, 2010

Averdurn - Provincia di Nulb

Salve, oggi approfitto per poter parlare di una piccola e lontana città che sorge a nord, quasi al confine con la Provincia di Nulb. Questa cittadina è stata una gran soddisfazione per me perchè all'epoca caratterizzò non poco il percorso della campagna che stavo giocando come master. Piccola, caotica, scura e decisamente "outsider". Sorta e cresciuta nella deliquenza si è nei secoli riscattata diventando un punto forte di questo particolare regno. In questa città arrivarono gli eroi che in qualche modo cambiarono le sorti della guerra tra Impero e Ducato di Bilal; Halena, Ilia, Vox e molti altri piedi han solcato questa cittadella che tra sangue e sudore continua a resistere al passare degli anni...

E' una città che sorge a nord nel regno della Provincia di Nulb nel 137 della quinta Era.
Storia: la città nasce per mano di un gruppo di rivoltosi che scapparono verso i confini del regno per sottrarsi alla pena. Il più importante di questi rivoltosi era Bogomir noto come Mazzalercia che uccise Elias il conte reggente di Magdalen per poter riformare la città per le troppe tasse che il conte aveva imposto sulla popolazione. Scappando reclutò altri vagabondi, profughi, contrabbandieri e banditi al suo fianco e rifugiatosi con loro tra i monti, fondò Averdurn conosciuta come Crepacittà dal fatto che sorge ai piedi di un burrone.
Qualche decennio dopo si dichiarò stato indipendente fin quando, rimasta sprovvista di viveri e beni materiali, non dichiarò l'annessione alla Provincia di Nulb.
Da quel momento divenne crocevia per andare verso nord e verso il Karadin Vall aggirando i monti Rossi. La capitale stessa creò una via maestra che possa condurre ad Averdurn.

Leggi:
La città vige sotto il potere della regina di Nulb ma è controllato dal Langravio che ha il potere di promuovere nuove leggi dietro il consenso della regina. Il Langravio in carica offre parte delle tasse alla regina e si cura delle relazioni con il KaradinVall e le Contee di Confine.
Dalla sua nascita son sorte diverse leggi che si sommano a quelle che già Nulb impone ai suoi cittadini.
Tasse e gabelle:
Plateatico: una tassa che si impone a tutti coloro che vendono per strada. Il prezzo corrisponde ad un venticinquesimo della somma guadagnata.
Forestaggio: tutti i forestieri di ceto basso son costretti a pagare una tassa per poter soggiornare all'interno di Averdurn. Tale gabella serve a riparare i danni fatti dagli stranieri.

Gilde e corporazioni:
Fraglia:corporazioni delle arti e dei mestieri. Sotto questa voce vi sono molti mestieri. Ecco l'elenco: Fabbri, cordai, falegnami, muratori, scalpellini, archietetti, maltatori, affreschisti, armatori.
Gremio dei candelieri: gilda che si occupa della produzione di candele e di tutti i prodotti che derivano dalle api.
Ménéstrandise: piccola gilda di menestrelli e cantastorie. Nasce per contrastare i vari musicisti vagabondi che degradano la città. Il direttore è nominato re dei menestrelli ed egli impone ai vari musicisti e cantastorie di pagar una quota associativa che permette di poter esibirsi e riscuotere denaro dai passanti. In più si ha l'occasione di poter suonare dinanzi al Langravio e alle varie cerimonie istituzionali.

0 commenti: